OSBORNE CLARKE NEL CLOSING PER LA CREAZIONE DELL'OPERATORE UNICO DELL'ATO BRESCIANO

stampa | chiudi

12 Gennaio 2018  Scritto da: Redazione


Osborne Clarke con il partner Giovanni Penzo ha assistito Acque Bresciane S.r.l. e i suoi soci, nel completamento e chiusura dell’aumento di capitale scindibile, da sottoscriversi mediante il conferimento dei rami aziendali relativi al Servizio Idrico Integrato, che rende pienamente operativo il gestore unico dell’ATO bresciano. L’operazione completa quindi l’operazione di aggregazione iniziata il 28 aprile dello scorso anno.
Alla scadenza del termine per la sottoscrizione dell’aumento di capitale scindibile il capitale di Acque Bresciane è pari 35.061.522,00, con pari riserva per sovraprezzo, quota raggiunta con l’ultimo conferimento del ramo d’azienda di Garda Uno S.p.A. del valore di circa 19 milioni di euro.