INDICE PMI DI MARKIT: IN ITALIA IL LIVELLO PIÙ ALTO DEGLI ULTIMI SEI ANNI. Crescita occupazionale a tasso quasi record.

stampa | chiudi

2 Ottobre 2017  Scritto da: Redazione


L’indice PMI positivo sul versante italiano. È quanto ci dice Markit, l’agenzia di analisi britannica che permette di conoscere l’andamento del comparto manifatturiero di un Paese. Quello italiano ha proseguito la sua crescita anche nel mese di settembre, sulla scia di quanto già accaduto nei mesi precedenti con un indice pari al 55.7. Produzione, nuovi ordini e livelli occupazionali in continuo aumento a tassi superiori alla media. Forte anche la domanda per i beni manifatturieri con un approccio positivo ed ottimista da parte delle imprese. Nota dolente unica, secondo quanto riportato dall’agenzia britannica, è l’aumento della pressione sui costi, dovuto alla carenza di materie prime, con la conseguenza di un aumento dei prezzi a partire ormai dal mese di maggio.

Il valore principale dell’Indice IHS Markit PMI, che con un’unica cifra di riferimento pari a 50, mostra gli sviluppi delle condizioni generali del settore, ha raggiungo a settembre il valore più alto in sei anni e mezzi di 56.3. La crescita di beni capitali è stata particolarmente significativa con questo sottosettore che ha riportato l’aumento maggiore sia degli ordini totali che di quelli esteri. Resta evidente durante il mese di settembre, la pressione sulla capacità, con il quinto mese consecutivo di livello del valore inevaso.

Le imprese manifatturiere hanno reagito aumentando i loro livelli di personale con un tasso record.  Maggiori pressioni sui prezzi con relativo aumento dei costi d’acquisto, hanno provocato un ritardo nei tempi medi di consegna dei fornitori.

“Il settore manifatturiero ha continuato ad essere fervente a settembre, con produzione e nuovi ordini ancora in aumento e a tassi notevoli, sino a riportare l’espansione più veloce, già raggiunta un’altra volta sei anni e mezzo fa”. Questo, il commento di Paul Smith, Director di IHS Markit.

Situazione quasi analoga si presenta in Spagna. L’indagine PMI mostra come ad una crescita nella produzione e dell’occupazione, corrisponda un intensificamento della pressione per i fornitori ed un aumento dell’inflazione.