OSBORNE CLARKE ASSISTE LE BANCHE NELLA RISTRUTTURAZIONE DI NUOVA DOMUS VENETA

stampa | chiudi

16 Marzo 2017  Scritto da: Redazione


Osborne Clarke è stato advisor legale, con il partner  Federica Greggio, del leasing e delle otto banche creditrici: Unicredit, Cassa di Risparmio del Veneto, Banco BPM,Ubi Banca, Monte dei Paschi di Siena, Creval, Banca Popolare di Vicenza,Veneto Banca e Ubi Leasing nella ristrutturazione del debito di Nuova Domus Veneta, ai sensi dell’ex art. 182 bis L.F., 182 ter L.F. e 182 septies L.F. per un importo complessivo pari a circa 60 milioni di euro.
In campo giurisprudenziale si tratta di un precedente interessante, in  quanto il Tribunale di Vicenza ha esteso gli effetti dell’accordo anche ai creditori non aderenti ai sensi dell’articolo 182 septies L.F., equiparando società di leasing e banche ipotecarie ritenedole portatrici di interessi sostanzialmente omogenei.

Nuova Domus Veneta è stata assistita dall’avvocato Mauro Meneghini dello Studio Meneghini e dal dottore commercialista Paolo Corgnati dello Studio Corgnati, in qualità di advisor finanziario.
Il piano di ristrutturazione dei debiti prevede la finalizzazione dei lavori per la realizzazione della “Cittadella dello Sport” di Thiene (Vi), iniziati nel 2009, inoltre, è stata prevista la liquidazione delle aree di proprietà e del costruito che ammontano a 140.000 mq di superficie e 35 milioni di euro di attivo liquidatorio stimato in 9 anni.
L’accordo di ristrutturazione del debito bancario è effettivo dal 12 gennaio 2017, mentre la comunicazione di efficacia dell’accordo con le banche è stata rilasciata il 2 marzo scorso.