bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
14 Novembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Comunicazione delle minusvalenze e delle perdite su partecipazioni

20 Ottobre 2010 - Autore: Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista


 

www.studiochiari.com

  

COMUNICAZIONE DELLE MINUSVALENZE

E DELLE PERDITE SU PARTECIPAZIONI

 

Entro il 15.11.2010 i titolari di reddito d’impresa con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare devono comunicare all’Agenzia delle Entrate, così come disposto dall’art. 5-quinquies co. 3 del DL 30.9.2005 n. 203 (conv. L. 2.12.2005 n. 248), i dati e le notizie relative alle minusvalenze e alle perdite:

-          indicate all’art. 109 co. 3-bis del TUIR;

-          di ammontare superiore a 50.000,00 euro;

-          derivanti da operazioni su azioni o altri titoli negoziati in mercati regolamentati italiani o esteri, anche a seguito di più operazioni;

-          realizzate nel periodo d’imposta precedente.

Contenuto delle comunicazioni

Le comunicazioni devono contenere:

-          i dati identificativi della società e del suo legale rappresentante;

-          l’elenco (in ordine cronologico) degli atti di cessione, raggruppati per tipo di azione o titolo, con indicazione dei relativi estremi (titoli ceduti con relativa classificazione in bilancio, data di cessione, corrispettivo, dati della controparte, ecc.);

-          l’“anzianità” dei titoli ceduti;

-          l’ammontare della minusvalenza o della perdita realizzata;

-          l’importo dei dividendi percepiti nei 36 mesi precedenti il realizzo;

-          l’indicazione del domicilio del contribuente;

-          la sottoscrizione del contribuente o del suo legale rappresentante.

Modalità di effettuazione della comunicazione

Le comunicazioni:

-          riguardano un singolo periodo d’imposta;

-          possono essere redatte in forma libera;

-          devono essere consegnate, o inviate in plico raccomandato con avviso di ricevimento, alla Direzione Regionale delle Entrate competente in base al domicilio fiscale del contribuente.

La comunicazione si intende effettuata all’atto della consegna o della spedizione del plico raccomandato.

Termini di effettuazione della comunicazione

In generale, la comunicazione deve essere effettuata entro i 45 giorni successivi alla data di scadenza del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui le minusvalenze e le perdite sono state realizzate, ai sensi dell’art. 1 del provv. Agenzia delle Entrate 29.3.2007, come modificato dal provv. 13.7.2007.

Sanzioni

In caso di comunicazione omessa (o presentata oltre i termini), incompleta o infedele, le minusvalenze o le perdite si considerano indeducibili. La comunicazione tardiva, infatti, si considera omessa.

 

 

 




            

Altri articoli scritti da Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting