FinanzaeDiritto sui social network
19 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Scorza, Istituto per le Politiche dell’Innovazione: per sviluppo e-book ed editoria digitale necessario innescare meccanismi di rivoluzione culturale

20 Luglio 2010 - Autore: Carmelo Cutuli


Sul rapporto tra editoria elettronica ed editoria tradizionale, l’intervistato non crede “che - persino in un Paese come il nostro tanto restio ai rinnovamenti culturali - la carta possa restare ancora a lungo il veicolo di circolazione delle informazioni, delle idee, della cultura e del sapere. Non so se esista ancora un mercato "dell'editoria di carta" che ha, sin qui, rifiutato di aprirsi al digitale e riconvertirsi ai bit ma se, effettivamente, esiste non c'è dubbio che l'editoria digitale - e-book compresi - è destinata a condurlo progressivamente ai margini del mercato come, peraltro, è economicamente e storicamente naturale che accada.”

Scorza inoltre pone l’accento sulle qualità del settore editoriale del nostro Paese “Se discutiamo del mercato dell'editoria inteso come selezione e produzione libraria, credo che fantasia, talento e competenza dei nostri autori ed editori mettano il nostro Paese al riparo da qualsiasi rischio di colonialismo di oltreoceano “ anche se ravvisa un maggior forza commerciale da parte dei colossi americani della distribuzione di contenuti “è difficile negare l'esistenza di un enorme ritardo del nostro Paese rispetto ad altri. Si tratta, peraltro, di un ritardo che interessa in modo trasversale l'e-commerce italiano e che è figlio di una grave forma di miopia politico-normativa in forza della quale si è, sin qui, complicata la vita ai mercanti online anziché agevolargliela come accaduto all'estero.”

Infine, per quanto riguarda il fenomeno della pirateria, Scorza afferma che “Sotto il profilo del diritto d'autore, pertanto, è facile immaginare - anche in relazione all'editoria digitale - il rapido diffondersi di forme di circolazione dei diritti di utilizzo, sin qui caratteristiche del mercato musicale online: potrò acquistare il diritto di leggere un libro solo per una settimana o un mese, acquisire l'accesso ad un solo capitolo, acquisirlo attraverso una molteplicità di dispositivi o, piuttosto uno solo.”.

Profilo dell'intervistato:
Avvocato, Dottore di ricerca in informatica giuridica e diritto delle nuove tecnologie, è docente presso il Master di diritto delle nuove tecnologie della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bologna, presso il Master in Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche dell’Università La Sapienza di Roma, presso la Scuola Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri, presso il Corso di Laurea in tecnologie informatiche dell’Università La Sapienza nonché presso la European School of Economics.
E’ membro del Consiglio scientifico e del Consiglio dei docenti del Master di diritto delle nuove tecnologie dell’Università degli Studi di Bologna. Tiene lezioni e seminari in numerosi corsi di specializzazione, di laurea e master.
E’ giornalista pubblicista e collabora con numerosi periodici, quotidiani e riviste: L’Espresso, Wired.it, Punto Informatico, PC Magazine, Win Magazine, Office Magazine, Computer Business Review, Internet Magazine e Quale computer.
Ha fondato l’Istituto per le politiche dell’innovazione che presiede e cura il Blog www.guidoscorza.it.




            

Altri articoli scritti da Carmelo Cutuli

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting