albero a meno di 3 metri da proprietà adiacente

Forum con normative, commenti a leggi e sentenze e per scambiare opinioni e chiedere consigli di natura legale. Diritto civile, fiscale e tributario, penale, amministrativo ecc
buzz71
Messaggi: 14
Iscritto il: dom 7 ago 2011, 18:28

albero a meno di 3 metri da proprietà adiacente

Messaggioda buzz71 » dom 14 ago 2011, 8:30

buongiorno a tutti vi scrivo per chiedere un parere di tipo legale.
I miei hanno una casa al mare che ha sul fronte un cortile ampio con 2 aiuole piastrellato.
In entrambe sono stati piantati 2 alberi da oltre 25 anni l'uno e 29 anni l'altro.
Sono alberi ad alto fusto che hanno la caratteristica di "mandare" le radici in profondità.
Infatti in questi anni non abbiamo avuto mai problemi di pavimentazione "saltata".Nè abbiamo mai avuto alcun tipo di problema con i vicini precedenti ben 2 famiglie diverse...
I problemi sono iniziati da meno di 1 anno.
La casa adiacente è stata acquistata da una persona che ha messo subito in chiaro che il nostro albero che è adiacente alla sua proprietà va rimosso (meno di 3 metri).
La motivazione addotta è che deve rifare il pavimento e quindi teme che le nostre radici possano danneggiare il suo pavimento.
A parte il fatto che se le radici dovessero danneggiare il pavimento, ritengo che il nostro sarebbe il primo a saltare, può chiedermi di togliere l'albero?
Tra l'altro quando questa persona ha acquistato la casa l'albero c'era!
lui ha comprato da 1 anno e gli alberi esistono da ben oltre 25 anni!
Non posso costringerlo ad accettare questo "status quo"?
Cioè non era consapevole che ci fosse l'albero prima di comprare e che comprandolo ha accettato questo stato di cose?
Altro dubbio molto importante: hanno messo adiacente al muro di confine un barbecue in pietra con canna fumaria di circa 3 metri.
E' regolare? In pratica i suoi fumi potrebbero entrare nella mia proprietà? E, anche se non fosse utilizzato, posso richiederne la sua rimozione, se lui dovesse pretendere da me il taglio del mio albero? Come funziona la legge in questi casi?
Ringraziando anticipatamente e in attesa di risposta porgo cordiali saluti.


P.S. è importante che mi rispondiate peer sapere come combattere questa gente assolutamente incoerente,arrogante e prepotente....

kompass
Messaggi: 7
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 16:38

Re: albero a meno di 3 metri da proprietà adiacente

Messaggioda kompass » lun 15 ago 2011, 16:27

ciao buzz
per la tua fattispecie la norma è l''art. 892 il quale ci dice che chi vuol piantare o seminare alberi in vicinanza del confine deve osservare le distanza stabiliti da regolamenti od usi locali oppure, se questi mancano, le distanze che cita.

Nel tuo caso per alberi ad ad alto fusto (quali noci, castagni, querce, pini, cipressi, olmi, pioppi, platani, ecc.) a tre metri dal confine.

Quindi hanno violato la norma, ma controlla i regolamenti e usi locali ciao

buzz71
Messaggi: 14
Iscritto il: dom 7 ago 2011, 18:28

Re: albero a meno di 3 metri da proprietà adiacente

Messaggioda buzz71 » lun 15 ago 2011, 19:18

ciao forse mi sono espresso decisamente mle....l'albero lo hanno piantaumato i miei ben 25 anni fa...il nuovo vicino mi chiede di toglierlo,in quanto è ameno di 3 metri...ma quando lui ha comprato casa (l'anno scorso!) l'albero già c'era.....poi però ha messo il barbeque in cemento con canna fumaria ( di tipo fisso) sul muro in comune....ecco io chiedevo se posso "ricattarlo"...del tipo "tolgo l'albero se tu togli il barbeque...."

leonardo
Messaggi: 2
Iscritto il: ven 31 ago 2012, 11:41

Re: albero a meno di 3 metri da proprietà adiacente

Messaggioda leonardo » ven 31 ago 2012, 12:34

o avuto stesso problema gli alberi piantati da oltre 20 anni aquisiti nn possono essere divelti poiche era stato accettato dai vechi proprietari

dott.stefano
Messaggi: 9
Iscritto il: ven 18 mag 2012, 11:23

Re: albero a meno di 3 metri da proprietà adiacente

Messaggioda dott.stefano » mer 21 nov 2012, 11:28

Buongiorno,

il mio parere legale a titolo gratuito e senza pretesa di esaustività è il seguente:
L'art. 892 c.c. stabilisce che chi vuol piantare alberi presso il confine deve osservare la distanza di tre metri se trattasi di alberi d' alto fusto. Il vicino ha il diritto di ottenere l'estirpazione di alberi piantati ad una distanza inferiore ai tre metri ai sensi dell'art-894 c.c.
E' chiaro che le norme si riferisco ad una attività nuova, cioè il piantare ex novo alberi che prima nn c'erano.
La differenza si ritrova nell'art. 895 c.c. che dice "se si è acquistato il diritto di tenere alberi a distanza minore...."non si possono piantare nuovamente a tale distanza.
Il diritto di cui parla la norma al primo comma è una servitù che consente il mantenimento dell'albero ad una distanza inferiore a quella legale (cfr.Cass.5928/99).
Essendo quindi trascorso oltre un ventennio, tale servitù è acquistata, dal fondo dominante, per usocapione in quanto rileva il momento in cui sono stati piantati gli alberi (cfr.Cass.21855/07).
Per completezza la servitù è un diritto reale gravente sul fondo servente a fovore del fondo dominante a prescindere da chi ne sia il proprietario.


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti