corporatecounsel
FinanzaeDiritto sui social network
15 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




SIMNER (FIDELITY): COSA FARA' LA BCE IL 26 OTTOBRE

26 Ottobre 2017 - Autore: Redazione


Occhi puntati su Francoforte oggi, dove si tiene al riunione di politica monetaria della Bce.

Il consensus prevede una riduzione degli acquisti mensili dai 60 a 30 miliardi al mese, prolungando il QE di altri nove mesi.

Per David Simner, gestore obbligazionario Europa di Fidelity International, “ciò consentirebbe alla BCE di continuare a offrire il proprio sostegno per un periodo di tempo più lungo, favorendo uno spostamento al 2019 delle aspettative relative al primo rialzo dei tassi. Dal punto di vista tecnico, inoltre, anche se l'effetto netto dei flussi sarà negativo per i titoli di Stato europei, data la riduzione degli acquisti mensili lordi, il reinvestimento di quelli in scadenza mitigherà l’impatto netto sul mercato”.

Secondo il gestore, Draghi, che "farà sicuramente attenzione a non innescare, con l’annuncio del tapering, un andamento anomalo dei titoli di Stato tedeschi (Bund tantrum)”. Il gestore si attende una serie di annunci volti a influenzare le aspettative dei mercati sui futuri livelli dei tassi di interesse (forward guidance).

Come la Federal Reserve e, probabilmente, la Bank of England, la BCE diventerà quindi una delle banche centrali orientate a una politica monetaria meno accomodante. Per Simner “il contesto economico è sicuramente migliorato e le banche centrali hanno giocato un ruolo fondamentale nella ripresa della crescita globale. Gli strumenti non-convenzionali di politica monetaria hanno assolto gran parte della loro funzione ed pertanto non risultano più necessari”.

Le banche centrali adotteranno perciò in modo graduale una normalizzazione della politica monetaria. 

Cosa possono fare in questo contesto gli investitori?

“La selettività, la gestione attiva e la cautela sono d’obbligo, dato che i mercati stanno entrando in una nuova fase caratterizzata da un minor supporto delle banche centrali rispetto all’ultimo decennio”, consiglia David Simner.




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting