xm zero
FinanzaeDiritto sui social network
15 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




RITORNANO LE VENDITE SUL SETTORE COMMODITIES. MPS fa il punto su energetici e valute

19 Luglio 2017 - Autore: Redazione


In seguito alla chiusura in calo di oltre il 3% della settimana precedente, registrata dall’indice generale GSCI ER, si è assistito al ritorno delle vendite sul comparto energetico.

Nonostante i dati settimanali pubblicati dall’ufficio Governativo USA (EIA), che ha segnalato un calo delle aspettative in merito alle scorte di greggio e di benzina, l’indice energetico (-3,6%) ha registrato delle vendite. Nonostante il forte rally la produzione USA, invece, è in crescita. Secondo indiscrezioni giunte da fonti russe, il Paese si starebbe imponendo per evitare un accordo che consiste in ulteriori tagli della produzione, da cui sarebbero tuttora esclusi Libia e Nigeria.

Ad essere maggiormente indicativi sono ancora una volta i dati delle vendite dei metalli preziosi con un indice del -3,1%, confermando i minimi raggiunti negli ultimi sei mesi. L’oro ha raggiunto circa i 1200$/oncia, mentre l’argento ha conquistato il posto di peggior materia prima della settimana precedente.

Si pensa che la causa possa essere attribuita a stop loss automatici scattati in corrispondenza della rottura della forte fascia di supporto posizionata in area 15,80/90. Ad ogni modo sia oro che argento risultano penalizzati in seguito al rialzo dei tassi governativi a livello globale.

In prospettiva ci si potrebbe aspettare un assestamento delle quotazioni nonostante la recente instabilità rilevata. L’unico settore con un andamento positivo è risultato essere quello agricolo (+2,9%).

Valuta della settimana Sul fronte FOREX assistiamo ad un apprezzamento del dollaro, mentre l’Euro si mantiene ancora forte in linea con l’inizio di questo anno rispetto all’Usd. Diversa la sorte dello yen e della sterlina, così come il comparto commodity currency. In direzione opposta si dirige il dollaro canadese che ha ricevuto un apprezzamento in seguito alle parole del Presidente della BoC, Poloz e ai dati rilevati sul mercato del lavoro. Conseguentemente si prevede un positivo rialzo delle quotazioni petrolifere.




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting