bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
17 Novembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




INVESTEC ASSET MANAGEMENT ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMISSIONE INTERNAZIONALE CHE PONE LE AZIENDE AL CENTRO DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

5 Febbraio 2016 - Autore: Redazione


Investec Asset Management ha annunciato oggi che l’amministratore delegato Hendrik du Toit è entrato a far parte di un selezionato gruppo internazionale di leader d’azienda, del mondo del lavoro e della società civile che formano una commissione globale, il cui obiettivo è sottolineare i grandi benefici per le aziende che hanno un ruolo guida nella riduzione della povertà e nello sviluppo sostenibile.

Lanciata oggi al World Economic Forum di Davos, The Global Commission on Business and Sustainable Development è stata istituita da Paul Polman, amministratore delegato di Unilever e da Mark Malloch-Brown, ex vice segretario generale delle Nazioni Unite. Nel prossimo anno la commissione lavorerà per articolare e quantificare gli impellenti motivi economici in base ai quali il settore privato dovrà impegnarsi per raggiungere obiettivi di sviluppo sostenibile. Questi comprendono:
Grandi benefici economici – grazie alla creazione di nuovi mercati, opportunità d’investimento e innovazione – se il mondo affronterà sfide quali la povertà, la disuguaglianza e lo stress ambientale.
Rischi per le prestazioni e la stabilità delle aziende, uniti a un aumento della frammentazione, alla concorrenza per l’utilizzo delle risorse e alla fragilità delle stesse, se il mondo non affronterà questi rischi.
Necessità di collaborare con i governi, le organizzazioni internazionali e la società civile per costruire un futuro nel quale le aziende possono operare – con una crescita inclusiva, sostenibile e una diffusa creazione di posti di lavoro.

Commentando la sua nomina, Du Toit ha dichiarato: “Se il 2015 è stato l’anno dello sviluppo sostenibile, il 2016 è l’anno in cui garantiamo che l’attuale mercato ribassista non ci distoglierà dall’affrontare le sfide mondiali per la sostenibilità.”
“In qualità di gestori di capitali di lungo termine per conto di questa generazione, non possiamo ignorare il benessere delle generazioni future. Guardando a un domani migliore, la domanda che il settore deve valutare nel suo complesso è come possiamo governare il potere dei capitali mobilizzati a livello istituzionale e la loro notevole capacità per valutare opportunità d’investimento che assicurino un futuro sostenibile per l’umanità. Dovremo definire modalità pratiche per finanziare e incoraggiare il cambiamento richiesto.”
“Gli investitori di oggi, e il settore finanziario nel suo complesso, devono guardare avanti, anche oltre gli attuali prezzi di mercato e le politiche per i prezzi di mercato e le politiche del futuro.”
La Commissione ha l’obiettivo di verificare la proposizione in base alla quale le imprese, che prendono parte agli sforzi globali per porre fine alla povertà estrema e per proteggere le limitate risorse naturali del pianeta, possono trarre grandi benefici e preservare la propria performance di lungo termine svolgendo ricerca fondazionale. Esse possono, inoltre, impegnarsi in un dialogo conoscitivo con una variegata rappresentanza di stakeholder, quali capi d’azienda, investitori, rappresentanti della società civile, imprenditori del settore sociale e accademici.
L’iniziativa ha l’obiettivo di esplorare i modelli di business di rottura attuali e i futuri, comprendendo cosa significano per lo sviluppo sostenibile; inoltre, per definire nuovi meccanismi di finanziamento, il mondo dovrà raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Saranno studiati cambiamenti delle attività di core business e dei comportamenti che vanno oltre la tradizionale responsabilità sociale d’impresa e il partenariato volontario.

La Fondazione delle Nazioni Unite, il World Business Council for Sustainable Development, l’Overseas Development Institute e The B Team sostengono gli sforzi per aiutare a mobilizzare la business community e la prossima generazione imprenditoriale, al fine di raggiungere gli obiettivi globali entro il 2030.
 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento








cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting