bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
15 Ottobre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




FED SI IMPONE PER DARE UNA SPINTA ALL'USD

21 Luglio 2017 - Autore: Redazione


Nel secondo trimestre del 2017 si è assistito ad un rimbalzo dell’EUR a fronte della dinamica di crescita dell’Eurozona, mentre l’USD ha registrato livelli contenuti a causa del ribasso dell’inflazione e dei dati di crescita. La Fed si potrebbe imporre ridando slancio all’USD con un aggressivo repricing delle aspettative. Si ritiene che un’ulteriore divergenza tra la crescita in Eurozona e negli Stati Uniti possa spingere l’EUR su due anni sopra 1.15 e il rialzo dovrebbe essere limitato. Le divergenze nelle previsioni sull’aumento dei tassi di interesse stanno spingendo il cambio EUR/USD ma il rialzo generale è alquanto rilevante per il CHF, che presenta una valutazione cara e un basso rendimento.

L’indebolimento del franco svizzero si estenderà, a causa dei differenziali tra tassi di interesse ridotti e mancanza di sintomi significativi di sopravvalutazione valutaria nell’economia elvetica. In seguito all’incremento dei rendimenti globali, si prevede che l’AUD resterà debole nei prossimi mesi.

In Australia i tassi di interesse vengono limitati dalla forte crescita interna, dai dati eterogenei provenienti dalla Cina e dalla debolezza dei pressi del minerale di ferro. La Riksbank svedese ha margine di manovra per inasprire la rispettiva politica e in tal modo sostenendo la SEK. Anche il JPY risente del rialzo dei rendimenti globali. Si assiste ad un miglioramento dei fondamentali economici, evidenziato dalla maggior parte dei paesi dei mercati emergenti (ME), e con un ritmo piuttosto moderato rispetto al 1T. Il sentiment di rischio degli investitori è peggiorato a causa del recente rialzo dei tassi core e un volatile mercato delle commodity. Lo ZAR riceve una valutazione positiva, così come lo MYR, che verrà apprezzato nei confronti dell’USD. In prospettiva di un’inflazione stabile e di un indebolimento della performance fiscale, si ipotizza un margine di manovra ridotto per un allentamento delle condizioni monetarie da parte della Reserve Bank Sudafricana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting