bpprime
FinanzaeDiritto sui social network
26 Settembre 2018  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




CENTRO DENTALPRO DI SARZANA VINCE AL CONSIGLIO DI STATO CON STEFANELLI & STEFANELLI

12 Gennaio 2018 - Autore: Redazione


Dental Pro ottiene un’importante vittoria in sede cautelare innanzi al Consiglio di Stato con l’assistenza dello Studio Legale Stefanelli & Stefanelli.
Il TAR Liguria, nella sentenza impugnata innanzi al giudice di appello, aveva ritenuto tutt’ora vigente la norma della L 175/1992 che impone l’indicazione del nominativo del direttore sanitario nelle pubblicità delle strutture sanitarie con il relativo apparato sanzionatorio. Confermando così la sanzione disposta dal Comune di Sarzana della chiusura della struttura sanitaria per sei mesi per aver mancato nell’indicazione del DS in un cartellone pubblicitario.
Di qui il ricorso seguito dallo studio Stefanelli con lo Studio Sanino di Roma, con il quale si è sostenuta l’erroneità dell’assunto del giudice ligure in quanto la normativa in materia pubblicità sanitaria di cui alla Legge 175 è stata ampiamente superata dalle riforme di liberalizzazione del settore intervenute a partire dal DL 223/2006 e DPR 137/2012. D’altro canto la difesa insisteva anche per la sospensione in sede cautelare del provvedimento impugnato in quanto la presunta violazione attribuita al Centro odontoiatrica riguardava un aspetto del tutto estraneo alla piena e corretta erogazione del servizio sanitario mai messa in discussione. Dalla chiusura immediata della struttura, oltre che ingenti danni economici all’impresa e lesioni alla sua stessa possibilità di rimanere nel mercato di riferimento,   sarebbero   derivate conseguenze lesive della stessa salute dei pazienti della struttura sanitaria, impossibilitati necessariamente a proseguire in maniera regolare le cure in corso o programmate.
A seguito della discussione in Camera di Consiglio il Consiglio Sez. III Pres. Dott. Marco Lipari, Est. dott.ssa Stefania Santoleri, ha accolto l’istanza cautelare della struttura sanitaria al fine di evitare l’aggravarsi dei danni all’impresa e della natura della violazione basata su ragioni non “direttamente incidenti sulla tutela della salute dei pazienti”. Il Centro Dental Pro potrà dunque continuare a curare i pazienti e non dovrà sospendere la sua attività di cura in attesa della trattazione nel merito del ricorso e del conseguente pronunciamento del Consiglio di Stato.
 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento







cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting